Testimonianze

‘Quando ho iniziato questo percorso ero in una fase molto complicata della mia vita. Mi affliggevano problemi di varia natura. Ho chiesto aiuto al mio doppio, mi sono confrontato con voi, ho perseverato nel controllo della benevolenza del pensiero sino a quando è divenuto automatico. Mi sono lasciato andare e ho abbandonato inutili ragionamenti, inutili aspettative. Nutro quotidianamente la speranza e la fiducia. Avevo timore del futuro, non riuscivo ad applicarmi come avrei voluto nella ricerca. Mi sentivo ansioso, frustrato, oppresso, stanco, demotivato. Improvvisamente si è aperto uno spiraglio. Mi sento molto bene. Sono sereno, fiducioso, ho voglia di fare, di scoprire il mondo. I problemi si stanno risolvendo da soli (so che è il mio doppio). Faccio NIENTE.
E’ una sensazione bellissima, di liberazione. Grazie di cuore per il vostro supporto’.
G M

‘Il mio viaggio con la Nave Onirica di Rosa è iniziato nel 2014 e tutt’oggi ho il piacere di sperimentare le sue proposte nel gruppo del Laboratorio. È stato un viaggio intenso, negli anni mai ripetitivo, sempre in continua evoluzione, come deve essere secondo me un percorso di apprendimento e di crescita. Mi ha condotto dapprima nel mondo dei sogni, per poi svelarmi l’enorme potere creativo della fase rem, ovvero la logica dello “sdoppiamento del tempo”. Chi sono veramente, dove vado e cosa creo mentre dormo, che legame esiste tra la veglia e il sogno? Queste sono solo alcune delle domande alle quali ora so rispondere grazie alla Nave Onirica. Sarò sempre grata a Rosa e ai suoi co-piloti per avermi accompagnato in questo viaggio affascinante e così ricco di scoperte sorprendenti!!’. 
A C

‘Ho iniziato l’ avventura su Nave Onirica nell’ aprile del 2015, proseguendo per tre anni senza interruzione. Ho riscoperto un modo nuovo e sorprendente di dormire e sognare che ha rivitalizzato e dato nuovo impulso alla veglia. Un lavoro certosino, con tecniche semplici e totalmente fruibili nel Piano materiale mi ha risvegliato a nuove conoscenze per accogliere, comprendere e integrare qualunque aspetto ed evento della mia vita aprendomi a una visione della quotidianità che mi appare, ora, come un continuo e stimolante dialogo con la realtà che mi circonda, accrescendo in me stabilità ed equilibrio. Seguita e accompagnata quotidianamente dall’Equipe di N. Onirica, nei lavori proposti, mi trasformavo con una rinnovata vitalità e tutto acquistava nuova luce. La Maestria che N.Onirica ha risvegliato in me È la Chiave che mi dà accesso e chiarezza sempre, come un filo conduttore, anche quando intraprendo altri lavori di ricerca personale. Durante questi tre anni varie burrasche hanno attraversato la mia vita e N.Onirica con tutti i compagni del gruppo mi hanno sostenuta, dato fiducia e nei momenti di Buio, smarrimento, cadute e dolore mi hanno sollevata, alleviata, alleggerendo il peso di eventi umanamente traumatici. Uno scambio di aiuto amorevole e reciproco che cura. Ho ritrovato in me una nuova spiritualità più vicina al mio sentire, libera di manifestarsi e questo mi ha dato l’ opportunità di accostarmi con nuova modalità anche alla morte fisica. Il rapporto con gli altri che siano figli, parenti, amici o conoscenti si è completamente trasformato. La connessione con la parte Saggia di Me, ritrovata grazie a N.Onirica, ha affinato e riportato alla luce, come un prezioso tesoro la Maestria che Sono, che Siamo. Ogni giorno con costanza, perseveranza e fiducia Mi impegno a pensare, muovermi e agire assumendomi la Responsabilità della mia Vita consapevole del mio Potere Creativo. Con Nave Onirica, imparando il buon Sonno e il buon Sognare ho appreso l’ Arte di Vivere la Veglia e continuo ogni giorno a imparare, meravigliarmi e stupirmi accogliendo le sfide della vita amando me stessa con gratitudine ( che anche questo ho imparato su N.Onirica)’.
M A S

‘Sono salpata sulla prima nave onirica italiana nel 2014, non avevo la minima idea di quale fosse la sua destinazione né di come sarebbe avvenuto il viaggio ricordo solo che quando Ilaria me ne parlò ne fui entusiasta.

 

Non è semplice descrivere dove veramente porti la nave… o, piuttosto, è così semplice e naturale che non ha necessità di troppe parole o aggettivi per descriverne il percorso… arrivi alla “meta” (anche se è un viaggio in realtà infinito e senza mai una reale fine) con la consapevolezza di aver sempre camminato con la propria anima e la sua/tua maestria. Non ci sono maestri è un viaggio insieme verso il ricordo della propria maestria

E’ un viaggio con te stessa, con la tua vera Essenza, è un viaggio insieme dove sogno e realtà si fondono, si compensano, si intrecciano… ed improvvisamente tutto arriva, anche ciò che non immagineresti mai, ma che ti accorgi essere quello che hai sempre desiderato, sbocciano le tue doti, le tue virtù, affronti le tue paure con la certezza che esse nascondono insegnamenti profondi e che non sei sola, che non sei piccina ma maestosamente grande. Nave Onirica non ha una descrizione precisa perché è un viaggio unico per ogni viaggiatore. Non smetterò mai di amare Rosa, Ilaria e Pablo per la loro infinita, grande, semplicità… il viaggio con loro è come un giocoso girotondo insieme fatto di risate gioia ed infinito amore.’.
S D

‘Ho incontrato Nave Onirica apparentemente per caso, mi sono imbarcata senza sapere assolutamente dove mi avrebbe portata. Ho viaggiato tre anni e ho concluso tutta la formazione. Ora so dove mi ha portata: mi ha condotta alla mia vera Me. Ho RiCordato quanto io possa essere perfetta così come sono, ho imparato ad accettare quello che accade con la consapevolezza che tutto ciò che accade è quello che doveva essere per il mio massimo beneficio, ho scoperto quanto io sia la conduttrice della mia Vita e ho abbandonato l’idea magica che “qualcosa”al di fuori di Me possa intervenire per cambiare le cose, ho imparato a voler bene a chi incontro, ho imparato che posso imparare da chiunque ed osservo tutto con gli occhi meravigliati di un bambino, ho imparato a cercare di non intervenire nelle vite degli altri…..Il percorso si svolge in gruppo con persone che forse non s’incontreranno mai, ma la potenza della condivisione è grande, un’onda d’Amore incondizionato che sostiene, sincronicità totale e grandi insegnamenti. CI AMO! Grazie Rosa!’.
FDB